Il piccolo principe 💫 CAPITOLO 5

🖌 Disegno da colorare 🎨

Alla fine del racconto troverai anche il disegno da colorare del piccolo principe!

pubblicità

Il Piccolo Principe 💫 CAPITOLO 5


Il quinto pianeta era molto curioso. Era il più piccolo di tutti e c’era spazio appena sufficiente per una lanterna e per l’uomo che la accendeva.

Il piccolo principe pensò: “Forse quest’uomo è assurdo. Tuttavia, è meno assurdo del re, del vanitoso, dell’uomo d’affari e del bevitore, almeno il suo lavoro ha un senso… quando accende la sua lanterna è come se stesse dando alla luce una stella, o un fiore. Quando la spegne, fa addormentare il fiore o la stella. Questo lavoro è davvero utile e bellissimo”.

Si avvicinò salutandolo rispettosamente:
– Buongiorno, perchè spegne la lanterna?
– Questo è l’ordine – rispose l’uomo.
– Qual è l’ordine?
– È di spegnere la mia lanterna.
E subito la riaccese.

– Ma perché l’ha riaccesa?
– Questo è l’ordine – rispose l’uomo.
– Non capisco – disse il piccolo principe.
– Non c’è niente da capire – disse l’uomo della lanterna – un ordine è un ordine.
E spense la lanterna.

Poi si asciugò la fronte con un fazzoletto e continuò:

– Faccio un mestiere terribile. Era ragionevole una volta, quando accendevo alla sera e spegnevo al mattino, avevo tutto il resto della giornata per riposarmi e il resto della notte per dormire…

– E da allora gli ordini sono cambiati?
– Gli ordini non sono cambiati – disse l’uomo – È qui che sta il dramma! Il pianeta di anno in anno ha iniziato a ruotare sempre più velocemente e gli ordini non sono cambiati! Ora che il pianeta fa un giro completo al minuto, non ho mai riposo, accendo e spengo una volta al minuto!

– Bello! Da te le giornate durano un minuto!
– Non è affatto bello! – disse l’uomo della lanterna – Lo sai che stiamo parlando insieme da un mese ormai?
– Un mese?!
– Sì, trenta minuti qui equivalgono a trenta giorni! – e riaccese la lanterna.

Il piccolo principe lo guardò e provò simpatia per lui. Ricordò i tramonti sul suo pianeta. Voleva fare qualcosa per lui:
– Sai… conosco un modo per riposarti se vuoi…
– Dimmi…
– Il tuo pianeta è così piccolo che gli giri intorno in tre passi, devi solo camminare lentamente per stare sempre al sole. Quando vorrai riposarti camminerai… e la giornata durerà quanto vorrai.

– Non mi serve a molto, quello che vorrei poter fare è dormire…
– Allora non hai fortuna – disse il piccolo principe.
– Non ho fortuna – disse l’uomo – e spense la lanterna.

Questo, pensò il piccolo principe, proseguendo il suo viaggio, sarebbe stato disprezzato da tutti gli altri, dal re, dal vanitoso, dal bevitore, dal commerciante. Tuttavia, è l’unico che non mi sembra ridicolo, forse è perché si prende cura di qualcosa che non sia se stesso.

Sospirò e pensò che quella era l’unica persona che avrebbe potuto diventare suo amico. Ma quel pianeta era troppo piccolo e non c’era posto per due…

Ciò che il piccolo principe non osava ammettere a se stesso era che su quel pianeta avrebbe potuto vedere millequattrocentoquaranta tramonti ogni ventiquattro ore!

Il sesto pianeta era dieci volte più grande ed era abitato da un vecchio signore che scriveva libri enormi.

– Ecco un esploratore! – gridò quando vide il piccolo principe.
Il piccolo principe si sedette sul tavolo e sospirò un poco. Aveva già viaggiato tanto!

– Da dove vieni? – gli chiese il vecchio signore.
– Cos’è questo grande libro? Cosa stai facendo qui? – disse il piccolo principe.
– Sono un geografo – disse il vecchio signore.

– Cos’è un geografo?
– È uno studioso che sa dove sono i mari, i fiumi, le città, le montagne e i deserti.
– Molto interessante – disse il piccolo principe e lanciò uno sguardo intorno a sé sul pianeta del geografo. Non aveva mai visto prima un pianeta così maestoso.

– È molto bello, il tuo pianeta. Ci sono oceani?
– Non posso saperlo – disse il geografo.
– Ah… – Il piccolo principe rimase deluso – E le montagne?
– Non posso saperlo – rispose il geografo.
– E città, fiumi e deserti?
– Non posso sapere nemmeno quello – disse il geografo.

pubblicità

– Ma tu sei un geografo!
– Esatto, ma non sono un esploratore! Su questo pianeta mancano gli esploratori… Il geografo non lascia mai il suo ufficio. Ma riceve gli esploratori, li interroga e prende nota dei loro viaggi.

E tu mi sembri proprio un esploratore! Descrivimi il tuo pianeta!
Il geografo aprì il suo grande libro e affilò la sua matita.
– Quindi? chiese il geografo.

– Oh! Il mio pianeta non è molto interessante, è piccolissimo. Ho tre vulcani, due attivi e uno spento.Ho anche un fiore.

– Noi geografi non annotiamo i fiori – disse.
– Perchè?! Sono molto belli!
– Perché i fiori sono effimeri.
– Cosa significa “effimero”?

La “geografia” non passa mai di moda, è raro che una montagna cambi posto, è molto raro che un oceano si svuoti della sua acqua. Scriviamo cose eterne.

– Ma i vulcani spenti possono svegliarsi – lo interruppe il piccolo principe – Cosa significa “effimero”?
– Se i vulcani sono estinti o svegli, per noi è la stessa cosa , ciò che conta per noi sono le montagne, quelle non cambiano.
– Ma cosa significa “effimero”? – ripeté il piccolo principe che, in vita sua, non aveva mai rinunciato a una domanda una volta che l’aveva fatta.

– Significa “che scompare in fretta”.
– Il mio fiore è destinato a scomparire in fretta?
– Certo.
Il mio fiore è effimero, si disse il piccolo principe, e ha solo quattro spine per difendersi dal mondo! E l’ho lasciato solo a casa!
Questo fu il suo primo momento di rimpianto, ma riprese coraggio e chiese:

– Cosa mi consiglieresti di visitare?
– Il “Pianeta Terra” – rispose il geografo – Ha una buona reputazione…
E il piccolo principe se ne andò, pensando al suo fiore.

… continua nel CAPITOLO 6

pubblicità

Note al piccolo principe

La versione del piccolo principe che avete appena letto non è una rielaborazione di una fiaba o racconto classico come di solito facciamo, ma una vera e propria traduzione/riduzione dall’originale francese.

Il piccolo principe in realtà e un’unica lunga, magnifica e immensa poesia, che se fosse stata riassunta in forma di racconto avrebbe perso tutto il significato e la magia che contiene.

Non si può arrivare alla frase “l’essenziale è invisibile agli occhi” senza aver raccontato e descritto tutti i passaggi che sono serviti al piccolo principe per arrivare fin lì…

Il piccolo principe è un’opera abbastanza inscindibile dai dolci acquarelli dello stesso Saint-Exupery, molte parti del racconto original efanno direttamente riferimento ai disegni che bisogna guardare e “inserire” all’interno della storia. Non potendo inserirli su fabulinis, è qui che abbiamo deciso di rimaneggiare più “pesantemente” il piccolo principe, descrivendo dove possibile i disegni in modo che entrassero a far parte del racconto, facendo in modo di poterli immaginare anche senza poterli vedere.

Speriamo che questo adattamento vi sia piaciuto!

😊

pubblicità

🖌 scarica il disegno da colorare del piccolo principe! 🎨

Clicca sull’immagine per scaricare il PDF pronto da stampare e colorare!

scarica il disegno da colorare del piccolo principe

pubblicità

Continua il tuo viaggio tra le pagine di fabulinis 💓

qui sotto te ne suggeriamo alcune che sicuramente ti piaceranno! ❤


Chi siamo

Silvia - fabulinis.com

Ciao sono Silvia, sono una Musicista e Musicoterapeuta, realizzo laboratori di musicalità per i più piccini da 0 a 6 anni, utilizzando il gioco come mezzo per migliorare e rendere più sereno il rapporto tra genitori e figli. Mentre nel tempo libero mi diverto a leggere e raccontar fiabe ai bambini. 😊

William - fabulinis.com

Ciao sono William, sono Designer e facilitatore certificato LEGO® Serious Play®, faccio progetti, e tante volte anche molti castelli in aria... Nel tempo libero mi diverto a scrivere le fiabe che trovate qui su fabulinis così poi Silvia ha qualcosa da leggere 😉

Se vuoi contattarci per qualsiasi motivo, scrivi una mail a: info@fabulinis.com


Nella newsletter troverai i nostri spunti di fantasia 🌈 con in più dei suggerimenti operativi per divertirsi insieme ai bimbi.

Iscrivendoti riceverai in regalo 🎁 un rilassamento guidato per la nanna 🌙 letto da Silvia!

Se vuoi più informazioni sulla nostra newsletter, vai alla pagina dedicata

Facciamo Amicizia sui Social 🤗

Su youtube troverai le nostre divertenti "Storie al volo", una serie di racconti inventati di sana pianta estraendo da una scatola tre diversi personaggi, buffi e bizzarri.
Siamo sicuri che anche tu troverai spunto per inventare delle divertenti e simpatiche storie da raccontare ai tuoi bambini!

Iscriviti al canale! (link)

iscriviti al canale youtube di fabulinis

Su instagram condividiamo immagini, frasi e pensieri che fanno riflettere, non le troverai qui sul sito, e ci piacerebbe sapere cosa ne pensi 😊 per mettere "mi piace" segui questo link!

segui fabulinis anche su instagram

Se invece vuoi rimanere in contatto con noi e con le nostre iniziative, metti un like 👍 sulla pagina ufficiale di facebook

metti like alla pagina facebook di fabulinis!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *